Grotte di Beatrice Cenci

La Grotta di Beatrice Cenci deve il suo nome ad una nobile romana del tardo Cinquecento, giustiziata per parricidio e poi assurta al...
Tipologia: BENI AMBIENTALI

Comune: Cappadocia
Indirizzo:  

Info: Per prenotare: +39 3473166729 (Corrado Frezzini)
Orari di apertura: Sabato e Domenica 10.00 -17.00 (INVERNO) , 10.00-18.00 (ESTATE)
Servizi:  

Le grotte carsiche si trovano a 25 km da Avezzano e a meno di 10 km da Tagliacozzo, sulla strada provinciale 23 Alto Liri, nei pressi della frazione di Petrella Liri (Comune di Cappadocia).

La Grotta di Beatrice Cenci deve il suo nome alla nobile romana, fatta giustiziare l’11 settembre 1599 per parricidio e poi assurta al ruolo di eroina popolare.

La leggenda vuole che la giovane sia stata uccisa a Petrella Liri (più probabilmente fu invece imprigionata nel palazzo di famiglia che si trovava in località Petrella Salto). È formata da un lungo corridoio in pendenza che conduce a due diversi ambienti, di cui uno molto più grande, posto ad una quota inferiore, particolarmente suggestivi per le concrezioni calcaree presenti sulle pareti rocciose.

Gli scavi archeologici eseguiti in una terrazza del primo salone, hanno rinvenuto tracce di ceramica impressa, focolari, pali e buche che attestano una frequentazione durante il Neolitico, probabilmente con diversi scopi: come riparo, abitazione e forse anche a scopo rituale.

La discesa nelle Grotte avviene accompagnati da una guida che illustra tutto ciò che concerne questo complesso: dalle notizie di natura archeologica a quelle storiche e naturalistiche.

Powered by
GO Infoteam