Riserva Naturale Regionale di Pietrasecca

La Riserva Naturale di Pietrasecca tutela un ambiente carsico di grande rilievo che comprende un bacino imbrifero, esteso per circa 3 kmq...
Tipologia: BENI AMBIENTALI

Comune: Carsoli
Indirizzo:  

Info:  
Orari di apertura: Domenica - Ad Agosto tutti i giorni escluso il lunedì Orario: 09.30-11.30; 15.00-16.30
Servizi:  

La Riserva Naturale di Pietrasecca, istituita dalla Regione Abruzzo nel 1992, tutela un ambiente carsico di grande rilievo, che si sviluppa nei pressi dell’antico abitato di Pietrasecca, edificato con scopi difensivi sull’omonima rupe calcarea tra il X e il XIII secolo. L’area comprende un bacino imbrifero, esteso per circa 3 kmq e costituito essenzialmente da formazioni impermeabili a marne e flysch.

Le acque che vi scorrono sono totalmente drenate nell’Inghiottitoio dell’Ovito. Il percorso ipogeo del torrente è stimato in circa 1.300 metri, dei quali solo i primi 500 sono stati esplorati. Le acque tornano alla luce tramite la Risorgenza di Pietrasecca, o Risorgenza di Vena Cionca.

Il paesaggio vegetale è strettamente correlato al tipo di roccia e alla sua morfologia: sui calcari la vegetazione è rappresentata essenzialmente da boschi e boscaglie di roverella, mantelli e cespugli di citiso a foglie sessili e ginestra odorosa; sui substrati argilloso-arenacei predominano i boschi mesofili di cerro con mantelli e cespuglietti di ginestra dei carbonai e rovo comune.

In generale è possibile cogliere un’avanzata ricolonizzazione del manto boschivo, che tende ad inglobare le vecchie testimonianze di una intensa attività agricola, essenzialmente connotata da cospicui spietramenti ed opere di terrazzamento. Ma certamente l’aspetto più interessante di tutta la Riserva è rappresentato dalle sue cavità naturali, in particolare la Grotta del Cervo e l’Inghiottitoio dell’Ovito.

Powered by
GO Infoteam