Palazzo Ducale

Tipico esempio di arte rinascimentale in Abruzzo, tra il XIV e il XV secolo, il palazzo ducale si pose come uno dei più importanti...

Tipico esempio di arte rinascimentale in Abruzzo, tra il XIV e il XV secolo, il palazzo ducale si pose come uno dei più importanti cantieri della zona, richiamando a Tagliacozzo una folta schiera di artisti, che crearono scuole di intagliatori, decoratori ed orafi come Ascanio Mari, allievo di Benvenuto Cellini.

Agli inizi del Trecento gli Orsini, signori di Tagliacozzo in quel periodo, eressero una costruzione di un solo piano con un portico aperto. Il secondo piano e il muro a scarpa visibile in facciata, vennero realizzati nella seconda metà del Quattrocento dal conte Roberto Orsini e ampliati con la costruzione di cortili interni e di un’ala di alloggio per le guarnigioni, detta Corsia.

Il rinascimentale portale d’accesso al cortile principale venne rimaneggiato dai Colonna che sostituirono lo stemma degli Orsini con il proprio, una sirena bicaudata (simbolo della Fortuna) e una colonna lievemente inclinata. 

 

Il loggiato un tempo era decorato da pregevoli affreschi che, come quelli della cappellina, sono stati successivamente asportati ed esposti nel Museo d’Arte Sacra della Marsica di Celano (AQ).

Powered by
GO Infoteam