Facciata di Santa Sabina

Edificata probabilmente intorno al VI secolo sull’area dell’antico foro, la chiesa di S. Sabina è stata la prima cattedrale della...

Edificata probabilmente intorno al VI secolo sull’area dell’antico foro, la chiesa di S. Sabina è stata la prima cattedrale della Diocesi dei Marsi (1057).

Dell’edificio, distrutto dal sisma del 1915, resta solo la facciata, che lascia supporre l’imponenza della struttura.

La chiesa a pianta rettangolare, costruita interamente in blocchetti di calcare, era divisa all’interno in tre navate.

Sappiamo che fu dotata di un palazzo episcopale, ricostruito tra fine del XIII e l’inizio del XIV secolo. Probabilmente nel corso del XIII secolo venne operata una ristrutturazione che interessò anche il portale, in marmo di Paro, composto da lati sei ordini di colonne circolari sormontate da capitelli corinzi, che sostengono archi a tutto sesto, il tutto racchiuso in una cornice rettangolare. Le due colonne esterne, che sorreggono l'arco principale, poggiano sul dorso di due leoncini. Gli stipiti e l'architrave della cornice rettangolare sono decorati con tralci di vite, grappoli, uccelli e volute, che terminano da un lato con una colomba che si disseta e dall'altro con una testa di un demone.

Powered by
GO Infoteam